Scheda sport: Danza classica

Strutture dove si pratica Danza classica

Danza classica

Più comunemente conosciuta con il nome di danza classica, la danza accademica  è quel particolare stile di danza teatrale che si avvale di una tecnica accademica codificata dai maestri dell'Académie Royale de danse fondata a Parigi dal re Luigi XIV di Francia nel 1661.

Cenni storici

La danza ha accompagnato l’evoluzione della società umana sin da tempi antichissimi. In tempi più remoti essa era rivestita di un importante significato religioso che le assegnava uno spazio di primaria importanza nei riti di culto, coi secoli però, si spogliò di questo ruolo esclusivamente sacrale per divenire un momento di piacevole intrattenimento nelle feste e cerimonie delle corti principesche perlopiù italiane e francesi.

Tramandate per via pratica durante tutto il Medioevo, solo nel Rinascimento le varie danze iniziarono a delinearsi chiaramente come stili dai passi e movimenti ben definiti  secondo regole fisse.

Durante il ‘500 nacquero in Italia e Francia le prime scuole di danza, dove i maestri di ballo insegnavano la danza secondo schemi studiati e scritti su carta, ovvero coreografie opportunamente pensate e finalizzate all’esibizione in un vero e proprio spettacolo: il balletto.

Nel 1581 in Francia fu allestito il primo "balletto" (in senso moderno) della storia: Le ballet comique de la Reine, ad opera dell'italiano Baldassarre Baltazarini da Belgioioso.  La danza classica, che fino alla fine del ‘600 rimase ad esclusivo appannaggio degli uomini, si sviluppò maggiormente e si ufficializzò grazie al Re Sole, Luigi XIV.

Dopo un periodo di decadenza segnato da una tecnica del balletto che prevedeva l’eccesso di virtuosismi, soprattutto maschili, facendolo scadere in una mera esibizione acrobatica, si approdò in pieno illuminismo a un riforma del genere che favorì forme espressive più genuine e consone alla sua nobile origine. L’evoluzione della tecnica della danza classica andò di pari passo con la riforma della musica ad opera del compositore tedesco Christoph Willibald Gluck.

Oltre la tecnica anche i costumi subirono un importante miglioramento. I danzatori infatti, fino al 18° sec., erano  coperti da maschere, indossavano grosse parrucche e scarpe col tacco, mentre le donne indossavano gonne larghe e lunghe, strette nei loro corpetti. Il tutù e le scarpette da punta, oggi simbolo della danza classica, furono introdotte nell’800, quando iniziò a prevalere la danza femminile su quella maschile.

A questo secolo appartengono le più importanti riforme introdotte rispetto la tecnica della danza accademica. Nel 1823 infatti viene introdotta dalla danzatrice italiana Amalia Brugnoli nel balletto "La fée et le chevalier" la tecnica della punta, e ancora nel 1828 vennero inserite per la prima volta nei balletti le cosiddette "prese" della danzatrice da parte del partner. 

Nel 1832, per la prima volta, Maria Taglioni danzò l'intero balletto "La Sylphide" sulle punte. La Sylphide cambiò moltissimo lo stile dei balletti, nella tecnica, nella storia e nei costumi e in un certo senso ispirò uno dei grandi capolavori romantici del balletto: "Giselle", interpretato per la prima volta all’Opéra di Parigi nel 1841 da Carlotta Grisi. 

La compagnia dei Ballets Russes di Sergej Djagilev (in francese: Serge Diaghilev), fra il 1909 e il 1929 è artefice di una vera e propria rivoluzione in senso "moderno" della danza classica, con l'assunzione di movimenti non canonici, per non dire addirittura "antiaccademici" e una forte rivalutazione delle potenzialità espressive e drammatiche della danza. L’adozione nei balletti classici di accompagnamenti musicali per così dire alternativi come ad esempio il Jazz o addirittura il Rock'n'roll, non solo hanno dato un forte impulso allo sviluppo della danza classica moderna, ma hanno anche contribuito alla diffusione di questo stile tra un pubblico più vasto e in particolare tra i giovani. Queste ultime innovazioni introdotte hanno determinato la nascita di un nuovo stile di danza alternativo a quello accademico, la danza moderna.

La tecnica

La danza classica è una danza d'école (scuola) basata sul principio fondamentale dell'en dehors (in fuori/verso l'esterno), che si ottiene eseguendo particolari esercizi studiati apposta per ruotare la coscia al massimo verso l'esterno, e quindi per un verso rafforzando i muscoli rotatori della coscia e per l'altro aumentando la flessibilità dei tendini dell'anca.

La testa deve essere in linea sulla stessa verticale dei piedi, in posizione naturale. Inoltre è fondamentale la postura del busto, che deve essere sempre eretto e allungato verso l'alto. Le spalle devono essere tenute abbassate e aperte, il collo sostenuto in allungamento. Le braccia hanno un ruolo fondamentale nello svolgimento della tecnica, esse infatti, sempre tenute leggermente arrotondate possono variare per posizione e metodo di esecuzione.

Sono 5 le posizioni base della danza accademica, e tutte vengono eseguite con le gambe tese, i glutei contratti, il petto rilassato non in fuori, gli addominali tenuti e le caviglie sostenute. Ad ogni posizione corrisponde una differente collocazione delle braccia. varia Nel XX secolo è stata introdotta una sesta posizione con i piedi uniti e paralleli.

Federazione Italiana Danza Sportiva

 

"La danza è una canzone del corpo di gioia e di dolore." Martha Graham

 

Bibliografia

"La danza classica tra arte e scienza" di Flavia Pappacena - Gremese Editore 2014

"Passo dopo passo. La mia storia" di carla Fracci -. Mondadori Editore 2013

"La danza classica. Le origini" di Flavia Pappacena - Laterza Editore 2009

"Il linguaggio della danza. Guida all'interpretazione delle fonti iconografiche della danza classica di Flavia Pappacena"  - Gremese Editore  2010

Filmografia

"Il cigno nero" Regia di Darren Aronofsky - USA 2010

"Billy Elliot" Regia di Stephen Daldry - Gran Bretagna 2001

"Il ritmo del successo" Regia di Nicholas Hytner - USA 1999

 

Foto e video

 

Gli sport che ami

Entra in contatto con gli sport che ami e praticali nella tua città. CagliariSPORT è un punto d'incontro per le attività, le associazioni e tutti gli appassionati

 

Resta aggiornato

Su CagliariSPORT puoi trovare il calendario di tutti gli eventi sportivi e delle manifestazioni sul fitness della tua città, iscriviti per ricevere le notifiche!

 

Lo sport è benessere!

Lo sport è il principale veicolo per la salute e il benessere della persona, ad ogni età. Sul portale troverai tante informazioni e consigli per tenerti in forma.

 

Siamo sociali!

Non perderti neanche un articolo o un evento pubblicato sul portale! Seguici anche sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/cagliarisport.it

Alfasid

Su Alfasid

AlfaSID è specializzata nella progettazione e realizzazione di strumenti per la rete Internet, dallo sviluppo di siti web, alla gestione dell'hosting

Vai al sito Alfasid

Photostream