Scheda sport: Ginnastica

Strutture dove si pratica Ginnastica

Ginnastica

Cenni storici

Il nome deriva dal greco gymnòs "nudo", e si riferisce alla consuetudine invalsa nella Grecia classica di eseguire esercizi ginnici a corpo nudo.

Per gli antichi greci la ginnastica comprendeva diverse attività sportive corrispondenti all'attuale atletica leggera (corse, lanci, salti), alla lotta e al pugilato.
La ginnastica venne praticata dalle civiltà antiche, come testimoniano numerosi reperti archeologici e documenti iconografici, alcuni dei quali risalenti all'antico Egitto, dove è possibile ritrovare sequenze figurative di atleti che praticano la ginnastica, sia la ritmica (che ricopriva un ruolo dominante) sia l'acrobatica, eseguita in forma individuale e collettiva. In alcune immagini, in particolare, sono rappresentati alcuni movimenti riconducibili all'attuale ginnastica sportiva.

I greci furono quelli tra i popoli antichi che più praticarono la ginnastica, come è testimoniato dall'esaltazione che il mito greco fa degli eroi e degli dei legati da un particolare rapporto con questa disciplina, che qui assume una connotazione assimilabile all'arte (Ermete, Apollo).

La pratica della ginnastica si può far risalire all’inizio dei tempi, con una evoluzione e uno sviluppo costanti. Dalla data di fondazione della stessa Federazione Ginnastica d’Italia dal1896 ad oggi, la Ginnastica ha avuto una lunga storia.

La ginnastica praticata alla fine del 1800 era una forma di attività sportiva non competitiva, con movimenti ben controllati: si praticava semplicemente la ginnastica come base di tutte le attività motorie. Essa però oggi è anche una disciplina a sé stante che grazie ai suoi diversi programmi contribuisce al benessere fisico, intellettuale e sociale delle persone.

Discipline

La Ginnastica è uno sport che comprende un programma di esercizi effettuati con grandi e piccoli attrezzi o a corpo libero. Gli esercizi possono essere collettivi e con progressioni individuali, con e senza accompagnamento musicale, o ancora possono essere effettuati percorsi ginnastici a tempo, prove multiple di efficienza fisica, elementi tecnici realizzati ad ondate, in forma di semplice esibizione o secondo un concetto di competizione basato più sulla ricerca del superamento dei propri limiti che sul classico scontro con l’avversario.

  • Ginnastica artistica maschile
  • Ginnastica artistica femminile
  • Ginnastica ritmica
  • Trampolino elastico
  • Ginnastica aerobica
  • Ginnastica generale

Conta circa 1.800 agonisti. Gli attrezzi di questa specialità sono corpo libero, cavallo con maniglie, anelli, volteggio, parallele e sbarra. Tutti gli esercizi sono eseguiti individualmente, ma le classifiche sono individuali o di squadra (somma dei punteggi dei diversi componenti di una società o nazione). È disciplina olimpica.

Corpo libero

Gli esercizi al corpo libero sono composti principalmente da salti acrobatici combinati con altri elementi ginnici come: parti di forza e di equilibrio, movimenti di souplesse, verticali, combinazioni coreografiche che compongono un insieme armonioso e ritmato, eseguito su tutta la superficie della pedana (m. 12 x 12). Il tempo massimo consentito per un esercizio è di 1 minuto e 10 secondi.

 

Cavallo con le maniglie

Il cavallo con maniglie è alto m. 1,05 dalla sommità dei tappeti ed ha due maniglie collegate al corpo dell’attrezzo ad una distanza che può variare da 40 a 45 cm l'una dall'altra. Un moderno esercizio é caratterizzato dalla esecuzione di movimenti pendolari e dalle più diverse forme di movimenti circolari con gambe unite o divaricate, eseguiti in appoggio su tutte le parti del cavallo. Si possono eseguire movimenti di slancio che passano per la verticale, con o senza rotazioni. I movimenti di forza e le posizioni statiche non sono consentite, tutti gli elementi devono essere eseguiti solo di slancio e senza alcuna interruzione.

Anelli

Gli anelli sono appesi ad una struttura tramite cavi e cinghie sino ad arrivare ad una altezza dal suolo di m. 2,80 (m. 2,60 dal bordo superiore dei tappeti).Elementi di slancio, forza e posizioni statiche, ripartite in numero quasi uguale, formano il contenuto dell’esercizio agli anelli. In una ginnastica dove predomina il lavoro con braccia tese, questi elementi sono eseguiti in sospensione, in appoggio o in verticale. La tendenza moderna è caratterizzata dal passaggio da parti di slancio a parti di forza, o inversamente. L’esercizio deve terminare con un’uscita acrobatica.

Volteggio

L’attrezzo consiste in una pedana per la rincorsa lunga 25 metri e di una tavola d’appoggio dell’altezza di m. 1,35. Ogni volteggio si esegue con una rincorsa, seguita da una battuta a piedi pari (con o senza rondata) sulla pedana, ed una breve fase di appoggio di una o due mani sulla tavola. Il volteggio può contenere una sola o più rotazioni intorno ai diversi assi del corpo. Il corpo sia nella fase di volo sia durante l’arrivo al suolo deve essere ben controllato.

Parallele pari

Un moderno esercizio alle parallele è composto, soprattutto, da movimenti di slancio e con fase di volo, scelti fra quelli disponibili nei diversi gruppi di elementi ed eseguiti con differenti passaggi dall’appoggio alla sospensione in modo tale da riflettere il grande potenziale di questo attrezzo. La lunghezza degli staggi è di m. 3,50 e la loro altezza è di m. 1,80 dal bordo superiore dei tappeti

Sbarra
La sbarra ha una lunghezza di m. 2,40 ed è posta a m. 2,60 di altezza dal bordo superiore dei tappeti. L’ esercizio é una presentazione dinamica del collegamento di elementi di slancio, rotazioni e di elementi volanti eseguiti senza arresto, vicino e lontano dalla sbarra con diverse impugnature in modo da dimostrare le numerose possibilità esistenti a questo attrezzo. L’uscita dall’attrezzo è una parte importante nel punteggio totale dell’esercizio e, di solito, è acrobatica e spettacolare.

La Ginnastica artistica femminile

Conta circa 3.800 agoniste. Gli attrezzi di questa specialità sono corpo libero con accompagnamento musicale, trave, volteggio e parallele asimmetriche. Tutti gli esercizi sono eseguiti individualmente, ma le classifiche sono individuali o di squadra (somma dei punteggi dei diversi componenti di una società o rappresentativa nazionale). È disciplina olimpica.

 Le specialità che compongono il concorso generale della ginnastica artistica femminile sono il volteggio, le parallele asimmetriche, la trave ed il corpo libero.
 

Volteggio
La tavola del volteggio per le competizioni femminile è posta ad un’altezza di m. 1,25. Il valore del salto è in relazione alla sua difficoltà. Le ginnaste eseguono uno o due salti in funzione della tipologia di gara e le evoluzioni prima e dopo il volo devono essere eseguite con il perfetto controllo del corpo.
 
Parallele
Le parallele asimmetriche si compongono di due sbarre in fibra di vetro ricoperte da un leggero strato di legno e poste parallelamente a diverse altezze. La sbarra inferiore si trova ad una altezza di m.1,50 dal bordo superiore dei tappeti, mentre la sbarra superiore è collocata a m. 2,30 dal bordo superiore dei tappeti. L’esercizio si compone di salti, rotazioni nei passaggi in verticale con cambi di impugnature, passaggi da uno staggio all’altro e si conclude con un elemento acrobatico che deve essere controllato al contatto con il suolo.
 
Trave
Forse la specialità più difficile della ginnastica artistica femminile è la trave, larga 10 cm e lunga 5 metri, posta ad un’altezza di m. 1,05 dal bordo superiore dei tappeti. Gli esercizi devono includere una serie di elementi acrobatici, come salti, giri, passi, combinati tra loro. L’atleta deve utilizzare tutta la lunghezza dell'attrezzo, esprimendo allo stesso tempo eleganza, flessibilità, sicurezza e controllo. Il tempo massimo per l'esecuzione è di 1 minuto e 30 secondi.

Corpo libero
Accompagnato dalla musica, l’esercizio a corpo libero è un mix di movimenti di danza ed elementi acrobatici. I vari movimenti variano a seconda del tempo e dell’intensità della musica, muovendosi su di una pedana quadrata di 12 metri per lato. Individualità, originalità, padronanza e qualità artistica sono i principali ingredienti per un ottimo punteggio.

La Ginnastica ritmica

Conta più di 5.000 agoniste, nel 2013. Gli attrezzi della specialità sono fune, cerchio, palla, clavette e nastro, tutti con accompagnamento musicale. Le competizioni possono essere individuali o di insieme - in questo caso 5 ginnaste eseguono contemporaneamente l'esercizio in pedana. Le classifiche sono individuali o di squadra, con la stessa formula dell'artistica, o di insieme. È disciplina olimpica.

Ginnastica Ritmica è una disciplina olimpica prettamente femminile. Anche se sono in fase di sperimentazione prove eseguite in coppia mista. Gli esercizi si svolgono su di una pedana delle dimensioni di 13 m. per lato, a tempo di musica, usando piccoli attrezzi. Le specialità della Ritmica sono cinque: la fune, il cerchio, la palla, le clavette e il nastro.

Gli esercizi delle individualiste hanno una durata 90 secondi durante i quali si devono dimostrare padronanza nel maneggio dell’attrezzo, agilità ed eleganza dei movimenti.
Nelle competizioni di gruppo, cinque ginnaste lavorare insieme. Nell’esercizio, la cui durata è di due minuti e mezzo, è fondamentale la collaborazione tecnica e coreografica tra le atlete. Gli attrezzi utilizzati per gli esercizi sono determinati per regolamento, e vengono cambiati periodicamente durante ogni ciclo olimpico.

La Ginnastica aerobica

Conta circa 2.900 agonisti. Gli esercizi sono eseguiti a corpo libero con accompagnamento musicale. Le specialità sono individuale maschile e femminile, coppia mista (maschi e femmine), trio misto e gruppo - 6 atleti eseguono contemporaneamente in pedana l'esercizio. Non è ancora stata riconosciuta disciplina olimpica.

La ginnastica “aerobica” in voga dai primi anni ‘70 diventa “disciplina sportiva” a tutti gli effetti a partire dai primi anni ‘80. L’esigenza delle Federazione Ginnastica d’Italia era quella di “reclutare” tutti quegli atleti che, concludendo un ciclo sportivo in un’altra sezione, mettevano a disposizione la loro preparazione e continuavano la carriera sportiva in questa disciplina “nascente” dedicandosi alla performance sportiva ai massimi livello ancora per qualche anno.

Le origini lasciarono piano piano il posto all’idea di creare un vero e proprio bacino di “piccole” risorse dalle quali attingere negli anni, per la creazione di gruppi di lavoro a partire dagli 8 anni fino alle generazioni seniores.

Così da un gruppo ristretto di atleti “adulti” si passò ad un numero consistente di atleti a disposizione della “ginnastica aerobica” con un’escursione di età molto ampia.
Se dovessimo definire questa attività sicuramente metteremmo in risalto una delle caratteristiche principali: aerobica come disciplina musicale.

Infatti è la musica una delle protagoniste che determina con una certa consistenza il lavoro in palestra. Ci si dedica così alla formazione atletica degli atleti e alla loro preparazione “ritmica” per portarli alla massima performance durante la gara.

Varie sono le categorie di età e le suddivisione all’interno degli atleti. Si comincia a gareggiare a 8 anni di età nella categoria “Allievi”, per poi passare alla categoria Junior A (Age Group 1 a livello internazionale) dagli 11 ai 14 anni, Junior B (Age Group 2) dai 15 ai 17 anni ed infine la categoria Senior dai 18 anni in su.

Varia è anche la suddivisione delle categorie di gara che caratterizza ogni fascia di età: individuali femminili e maschili, coppie miste, trio e gruppo (composto da 6 atleti).

Tutte le categorie sono accomunate dallo stesso obiettivo: eseguire una routine di ginnastica aerobica con accompagnamento musicale, utilizzando schemi di movimenti aerobici di alta intensità, attingendo dai passi base della ginnastica aerobica tradizione, inserendo all’interno della routine difficoltà di un certo livello scelte per ogni categoria, creando transizioni e collegamenti originali, creativi e vari in modo da unire senza soluzione di continuità una routine di gara valutabile al meglio sia dal punto di visto artistico che dal punto di vista “ginnastico” al massimo livello di “pulizia” esecutiva.

Esiste un “regolamento comune” chiamato “Codice dei Punteggi” che detta le norme per la creazione delle sopradescritte routine: il Codice dei punteggi rimane in vigore per un intero ciclo olimpico (4 anni) per poi essere riscritto, rinnovato e migliorato nel quadriennio successivo.

Il mondo “aerobica” abbraccia moltissimi appassionati, sia coloro che dell’aerobica ne fanno solo un mezzo per il “benessere fisico” sia coloro che seguono la disciplina ai massimi livelli sportivi.

Accanto alla disciplina “ginnastica” vera e propria, esiste un’attività di livello inferiore come difficoltà ma non sicuramente come numero di adesioni ed appassionati. Riguarda i Campionati di Challenger (aerobica amatoriale) fit Step e Hip Hop. Queste discipline seguono un percorso agonistico parallelo alla sezione Ginnastica aerobica con campionati regionali interregionali e nazionali.

L’aerobica nelle sue varie forme ed espressioni abbraccia un numero enorme di persone che in qualche modo, o per passione o per diletto si avvicinano a questa disciplina e ne esprimono tutte le varie potenzialità.

Il Trampolino Elastico

Il Trampolino Elastico è la nuova disciplina della Federazione, riconosciuta solamente pochi anni fa dal C.I.O. (Comitato Internazionale Olimpico).

Il trampolino elastico è una delle discipline olimpiche della Ginnastica. Gli esercizi, composti da salti, doppi e tripli, raggruppati e tesi con rotazioni attorno all’asse longitudinale, vengono eseguiti ad un'altezza che arriva anche ad 8 metri.  Precisione e controllo del corpo sono requisiti essenziali per una buona performance. Il Trampolino è usato anche come attrezzo propedeutico per l’addestramento di base per tutti gli sport che contengono elementi acrobatici.

La Ginnastica generale

Conta circa 47.000 agonisti. La Ginnastica Generale rappresenta la base addestrativa delle specialità della ginnastica. Di conseguenza sono presenti nelle competizioni tutti gli elementi tecnici propri della ginnastica artistica, ritmica e aerobica.  Attualmente, la Federazione Internazionale di Ginnastica FIG conta 50 milioni di praticanti di tutte le età, abilità e culture che beneficiano della vasta gamma di attività fisiche che la Ginnastica offre, nelle oltre 125 Federazioni affiliate in tutto il mondo. Questo la rende una delle più grandi organizzazioni sportive che contribuiscono alla salute, al fitness e al benessere mondiale.

Anche nella Federazione Ginnastica d’Italia sono più di 900 le Società affiliate che praticano questa disciplina, con circa 70 mila tesserati.

Federazione Ginnastica D'Italia

Discipline e regolamenti

 

Bibliografia

"Sogna, vola...piccola farfalla. Ginnastica artistica. Una passione, ragione di vita." di Pesce Alessandra - 2014

"La strada di Lena. Mukhina e Klimenko, vite per la ginnastica." di Leccardi Ilaria - 2013

"Elementi di Ginnastica Artistica" di Piccotti Antonella - 2012

"In volo. Storie di ginnastica artistica" di Leccardi Ilaria -2010

Video e Foto

 

Gli sport che ami

Entra in contatto con gli sport che ami e praticali nella tua città. CagliariSPORT è un punto d'incontro per le attività, le associazioni e tutti gli appassionati

 

Resta aggiornato

Su CagliariSPORT puoi trovare il calendario di tutti gli eventi sportivi e delle manifestazioni sul fitness della tua città, iscriviti per ricevere le notifiche!

 

Lo sport è benessere!

Lo sport è il principale veicolo per la salute e il benessere della persona, ad ogni età. Sul portale troverai tante informazioni e consigli per tenerti in forma.

 

Siamo sociali!

Non perderti neanche un articolo o un evento pubblicato sul portale! Seguici anche sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/cagliarisport.it

Alfasid

Su Alfasid

AlfaSID è specializzata nella progettazione e realizzazione di strumenti per la rete Internet, dallo sviluppo di siti web, alla gestione dell'hosting

Vai al sito Alfasid

Photostream