Scheda sport: Pallavolo

Strutture dove si pratica Pallavolo

Pallavolo

La pallavolo è uno sport giocato con un pallone da due squadre di sei giocatori ciascuna su un terreno di gioco diviso da una rete. L'obiettivo del gioco è vincere ogni singola azione al fine di guadagnare i 25 punti che consentono di aggiudicarsi un set. La vittoria è data quando una delle due squadre si aggiudica almeno due set di vantaggio.

Cenni storici

Sebbene già in tempi più antichi esistessero giochi con la palla che potrebbero essere considerati i predecessori di questo sport, la pallavolo nella sua forma più moderna è stata ideata nel 1895 dall’insegnante di educazione fisica statunitense William G. Morgan.

Il suo primo nome fu minonette, da minon, micio, gioco con la palla praticato da nobili e dame due secoli prima in Francia, benché noto in tutto il mondo con il nome Volleyball, letteralmente palla sparata, datogli da A.T. Halstead.

Quest’ultimo scrivendo il primo regolamento della pallavolo e imponendone la pratica nei college YMCA statunitensi fu di fatto l’artefice della diffusione di questo gioco negli Stati Uniti. Mentre in Asia, in particolare nelle Filippine era già popolarissima nel 1913, in Europa fu importata dai soldati americani durante la prima guerra mondiale; in Italia, praticato soprattutto in ambito militare, già nel 1923 venne disputato il primo campionato, vinto dalla Guardia di Finanza di Roma.

Il successo e la partecipazione incoraggiò ben presto a costituire nel 1946 la Federazione Italiana di Pallavolo FIPAV, e nel 1947 i rappresentanti di 15 federazioni si ritrovarono a Parigi e crearono la Federation Internationale di Volleyball FIBV.

In brevissimo tempo la grande passione agonistica e le esperienze internazionali hanno portato la squadra italiana a cogliere strepitosi successi e prestigiose affermazioni in campo europeo. Nel 1990 vinse in Brasile il titolo mondiale maschile e dimostrando di essere ormai una delle più forti squadre del mondo, riconquistò il titolo mondiale nel 1994 in Grecia e ancora nel 1998 in Giappone.

Regole base

Lo scopo del gioco è quello di vincere ogni singola azione, che dà diritto a un punto. Ciascun punto è ottenuto inviando la palla sopra la rete affinché cada a terra nel campo opposto, evitando che ciò avvenga sul proprio campo.

Per ogni azione di gioco, la squadra ha a disposizione tre tocchi per inviare la palla nel campo avversario e lo stesso giocatore non può eseguire due tocchi consecutivi. Non viene conteggiata nel numero di tocchi l’azione del muro.

Uno dei giocatori, diverso dal libero, è il capitano della squadra che deve essere indicato sul referto di gara. 

Ciascun giocatore occupa a rotazione una specifica posizione all'interno dell'area del campo a seconda del ruolo in cui gioca in quell'azione. Ogni azione ha inizio con un servizio, che viene effettuato da bordo campo, dal battitore della squadra che si aggiudica il punto.

La partita si divide in set da 25 punti l'uno, una squadra si aggiudica la vittoria di un set al raggiungimento del 25° punto, avendone almeno due di vantaggio, altrimenti si prosegue finché una delle due squadre non otterrà i due punti di vantaggio necessari. La partita finisce quando una squadra si aggiudica tre set, nel caso di pareggio (2-2) il quinto e ultimo set viene giocato al tie-break, cioè finirà al raggiungimento del 15° punto, sempre con il vantaggio di almeno due punti sull'avversario.

I fondamentali della pallavolo sono tre:

  • palleggio: ha il solo scopo di passare la palla, poiché non essendoci la possibilità di toccare due volte consecutive la palla, si ha sempre bisogno di un compagno che la rimandi nel campo avversario. A livello tecnico, il palleggio si effettua portando le mani sopra la fronte, in modo tale che i pollici e gli indici formino una figura simile ad un cuore rovesciato. Contemporaneamente il resto della mano avvolge la palla e gli arti inferiori in coordinazione delle braccia, flettendosi, danno, al rilascio del pallone, la forza desiderata.
  • bagher: consiste nel respingere il pallone con la parte radiale o con la parte interna delle braccia unite. Quando il pallone in arrivo ha una velocità limitata, si accompagna il bagher utilizzando anche le gambe, in modo da imprimergli la forza necessaria per spostarlo. Quando invece il pallone in arrivo è molto forte come in ricezione su una battuta in salto o in difesa per contrastare una schiacciata, il bagher si utilizza come piano di rimbalzo, stando praticamente immobili, in quanto la velocità va attutita o comunque limitata.
  • battuta: anche detto "servizio", consiste nel colpo netto che mette in gioco la palla inviandola nel campo avversario. Il servizio deve essere effettuato, entro 8 secondi dal fischio di autorizzazione del primo arbitro, con una mano o con il braccio dopo che la palla è stata lasciata o lanciata in aria dalla mano.

Regole di gioco Pallavolo

Beach volley

La pallavolo può essere praticata anche sulla sabbia, in una variante chiamata beach volley. Come nella pallavolo, lo scopo del gioco è quello di mandare la palla sopra la rete per farla cadere nel campo avversario cercando di opporsi al medesimo obiettivo della squadra avversaria. Ogni squadra, composta da due giocatori, ha a disposizione tre tocchi, comprensivi del tocco del muro, a differenza della pallavolo.

Regole di gioco Beach Volley

 

Sitting Volley

Negli ultimi anni la Federvolley in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico hanno approvato un nuovo tipo di Volley che può essere praticato sia da portatori di disabilità che da normodotati.

Questo sport, nato nei Paesi Bassi nel 1957, si gioca da seduti in un campo rettangolare di m. 10X6. La rete è sostanzialmente più bassa rispetto alla pallavolo; essa è collocata verticalmente sopra la linea centrale e il suo bordo superiore misura da terra m. 1,15 per le squadre maschili, e m. 1,05 per le squadre femminili.

Le regole sono sostanzialmente le stesse della pallavolo, tranne che per il fatto che ogni azione deve essere svolta con le natiche sempre aderenti al suolo.

Regole di gioco Sitting Volley

Federazione Italiana Pallavolo

Bibliografia

"Il servizio in salto spin nella pallavolo" di Vacondio Oreste -  Libreria dello Sport Editore 2014

"La gestione degli errori nel volley" di Paolini Marco e Moretti Maurizio - Calzetti Mariucci Editore 2014

"La pallavolo vincente dalla serie A al minivolley" di Guidetti Adriano e Guidetti Giovanni - Calzetti Mariucci Editore 2013

"La pallavolo. Oltre il gesto tecnico" di Baldin Fabio, Basso Giuseppe e Grigolato Federico - La Meridiana Editore 2012

"Dal bagher didattico alla ricezione. Impostazione tecnica dei fondamentali" di Mencarelli Marco e Paolini Marco - Calzetti Mariucci Editore 2011

Filmografia

"All You've Got - Unite per la vittoria" Regia di Neema Barnette - USA 2006

"Iron Ladies" Regia di Yongyoot Thongkongtoon - Thailandia 2000

Video e foto

 

 

Gli sport che ami

Entra in contatto con gli sport che ami e praticali nella tua città. CagliariSPORT è un punto d'incontro per le attività, le associazioni e tutti gli appassionati

 

Resta aggiornato

Su CagliariSPORT puoi trovare il calendario di tutti gli eventi sportivi e delle manifestazioni sul fitness della tua città, iscriviti per ricevere le notifiche!

 

Lo sport è benessere!

Lo sport è il principale veicolo per la salute e il benessere della persona, ad ogni età. Sul portale troverai tante informazioni e consigli per tenerti in forma.

 

Siamo sociali!

Non perderti neanche un articolo o un evento pubblicato sul portale! Seguici anche sulla nostra pagina facebook https://www.facebook.com/cagliarisport.it

Alfasid

Su Alfasid

AlfaSID è specializzata nella progettazione e realizzazione di strumenti per la rete Internet, dallo sviluppo di siti web, alla gestione dell'hosting

Vai al sito Alfasid

Photostream